Cosa, come, quando, perché spiegato dai nostri esperti

Le Tecnologie

Tradizione, innovazione, sostenibilità

Gli obiettivi
di ProdAl

ProdAl vanta competenze nell’uso di tecnologie tradizionali ed innovative nei processi industrialicon focus specifico sulla sostenibilità, intesa come valorizzazione delle biomasse, riduzione degli scarti e risparmio energetico, e sull’innovazione di prodotto e di processo nel settore agroalimentare. 

Avanguardia tecnologica con un preciso obiettivo

Tecnologie innovative

Ozonizzazione

ProdAl utilizza la tecnica dell’ozonizzazione per la decontaminazione di granaglie e spezie, riducendo la perdita delle loro caratteristiche nutrizionali ed organolettiche. Tale tecnica è usata anche per il trattamento di frutta e vegetali al fine di prolungarne la shelf life, nonché per la sanitizzazione di superfici ed imballaggi. 

Campi Elettrici Pulsati – PEF

ProdAl, che dispone di impianti in scala di laboratorio e pilota, ha una consolidata esperienza nell’uso della tecnologia PEF sia in condizioni discontinue che continue, nonché nella progettazione e dimensionamento delle camere di trattamento. 

La tecnologia PEF nei processi di estrazione è utilizzata su matrici vegetali ed animali per migliorare l’efficienza dei processi basati sul trasferimento di massa e/o di calore (come l’estrazione di succhi di frutta, la produzione di olio e vinola disidratazione ed il congelamento di frutta e vegetali, la salagione e la canditura) e per il recupero da biomasse di componenti ad alto valore aggiunto (come composti bioattivi, pigmenti, polisaccaridi, lipidi e proteine). 

La tecnologia PEF nei processi di sanitizzazione è utilizzata per l’inattivazione di cellule vegetative di batteri, lieviti e muffe contaminanti liquidi di interesse dell’industria alimentare e cosmetica. 

Riscaldamento Ohmico – OH

ProdAl, che dispone di impianti su scala di laboratorio e pilota, utilizza il Riscaldamento Ohmico nei processi di sanitizzazione, scottatura e permeabilizzazione, ed è in grado di progettare nuovi impianti sulla base delle necessità produttive dei clienti. 

L’applicazione del Riscaldamento Ohmico a matrici vegetali consente di migliorare l’efficienza dei processi di trasferimento di calore, come nel caso della sterilizzazione di alimenti contenenti particelle solide (frutta sciroppata, salse con vegetali in pezzi) e la sanitizzazione di alimenti liquidi (succhi di frutta). 

L’OH può essere utilizzato come pretrattamento di matrici vegetali per prevenire l’imbrunimento enzimatico e migliorare il profilo qualitativo dei prodotti derivati. Inoltre, dal momento che tale tecnologia favorisce la permeabilizzazione dei tessuti vegetali, vengono migliorati i processi di trasferimento di materia, come essiccamento eestrazione di succhi e composti. 

CO2 ad Alta Pressione

ProdAl, che dispone di impianti in scala di laboratorio, utilizza la CO2 ad alta pressione nei processi di pastorizzazione di alimenti liquidi, inattivando i microrganismi e gli enzimi. 

Luce Pulsata di Elevata Intensità – HILP

ProdAl ha sviluppato uno specifico know-how sul meccanismo di stabilizzazione microbiologica attraverso la Luce pulsata ed è in grado di progettare nuovi impianti sulla base delle necessità produttive dei clienti. 

La tecnologia HILP è impiegata per la pastorizzazione di succhi limpidi e per il trattamento di matrici vegetali allo scopo di decontaminare la superficie e/o stimolare il processo di maturazione o di produzione di composti bioattivi. 

Questa tecnologia è impiegata anche per la sanificazione di superfici, di impianti e di strumenti medicali. 

Omogeneizzazione ad Alta Pressione – HPH

ProdAl, che dispone di impianti in scala di laboratorio e pilota, è in grado di progettare nuovi impianti sulla base delle necessità produttive dei clienti. 

La tecnologia dell’Omogeneizzazione ad Alta Pressionè usata per la pastorizzazione di alimenti liquidi e per il trattamento di formulazioni farmaceutiche e cosmetiche. Questa tecnologia è applicata per la produzione di sistemi nanometrici per la veicolazione di composti bioattivi e per il recupero con rese elevate da biomasse di componenti ad alto valore aggiunto (come composti bioattivi, pigmenti, polisaccaridi, lipidi e proteine) attraverso la disintegrazione della matrice vegetale. 

Alte Pressioni Idrostatiche – HPP

ProdAl, che dispone di impianti in scala di laboratorio e pilota, ha una consolidata esperienza nell’uso della tecnologia HPP, nonché nella progettazione e nel dimensionamento di nuovi impianti. 

La tecnologia HPè impiegata per la pastorizzazione di alimenti per prolungarne la shelf-life e preservarne le caratteristiche nutrizionali e sensoriali; nel trattamento dei functional foods; come pre-trattamento di alimenti contenenti allergeni; nella produzione di idrolizzati proteici e hydrogel.

La sicurezza ed efficienza di tecnologie ormai consolidate

Tecnologie tradizionali

Confezionamento in Atmosfere Protettive

La tecnica di confezionamento in atmosfere protettive viene effettuata per prolungare la conservazione degli alimenti, mantenendo le caratteristiche organolettiche più a lungo inalterate e rallentando i processi chimici, fisici e microbiologici che causano il decadimento qualitativo. Con tale trattamento l’aria naturale dell’ambiente nel pacchetto è sostituita da una miscela di gas, spesso azoto e anidride carbonica. ProdAl dispone di una linea pilota di confezionamento in vaschetta in atmosfera modificata.  

Osmosi Inversa - RO

ProdAl utilizza impianti in scala di laboratorio e pilota di Microfiltrazione, Ultrafiltrazione, e Osmosi Inversa per la concentrazione di correnti liquide ed il recupero di composti di interesse o come sistema di filtrazione per il trattamento di acque reflue ed altri prodotti dell’industria agroalimentare. 

Liofilizzazione

La Liofilizzazione, nota anche come crioessiccazione, è utilizzata da ProdAl con impianti in scala di laboratorio e pilota per la disidratazione controllata e a basse temperature di prodotti che contengono composti termolabili e termosensibili. Questa tecnologia consente di lasciare inalterate le proprietà chimico-fisiche, organolettiche e nutrizionali dei prodotti trattati rispetto all’essiccamento termico tradizionale. 

Estrazione di Succhi

La tecnica della pressatura a freddo viene impiegata principalmente nei processi di estrazione di succhi contenuti principalmente in frutta e verdura, frutta secca o semi oleaginosi. Tale tecnica permette di mantenere integre tutte le proprietà nutrizionali ed organolettiche contenute nell’alimento, andando quindi a produrre succhi “vivi”, cioè ricchi di enzimi, vitamine e antiossidanti.  

Le presse per frutta a nastro consentono la pressatura continua del frutto. 

Pastorizzazione Termica

ProdAl dispone di impianti in scala pilota per il trattamento di pastorizzazione e sterilizzazione di alimenti.

Essiccamento

L’essiccamento è una operazione unitaria che corrisponde alla separazione di un liquido da un solido mediante l’evaporazione, coinvolgendo processi di trasferimento di calore e materia.  

L’essiccamento è una tecnica utilizzata nei processi di conservazione e stabilizzazione degli alimenti che consiste nell’eliminare i liquidi dagli alimenti sottoponendoli a una fonte di calore. Infatti, tale processo consente di ridurre l’acqua presente nei prodotti rallentando di conseguenza attività enzimatiche e microbiologiche. ProdAl dispone di diversi sistemi su scala di laboratorio per l’essiccamento, l’essiccamento sotto vuoto e lo spray drying. 

Microonde - MW

La tecnologia delle microonde viene impiegata come tecnologia solvent-free nei processi di estrazione da matrici vegetali di composti intracellulari ad alto valore aggiunto e si basa sul riscaldamento dielettrico localizzato dell’umidità presente nella matrice. Nell’estrazione assistita da MW, l’acqua in-situ nelle cellule vegetali viene riscaldata selettivamente sotto l’effetto delle MW, generando un aumento di pressione all’interno delle cellule vegetali, che porta alla rottura delle pareti cellulari e al rilascio di molecole target. 

Evaporazione

L’evaporazione è un processo termico che permette di rimuovere un solvente in una soluzione contenente un soluto poco o non volatile. ProdAl dispone di sistemi su scala di laboratorio, che possono essere utilizzati per studiare la concentrazione di alimenti ed estrazione di composti.