PARTNER

 

Il progetto VIPACFood sarà realizzato da un consorzio costituito tra 8 gruppi di ricerca localizzati in Tunisia, Italia, Portogallo e Spagna che opererà in una logica di integrazione/interazione.

 

Il carattere multidisciplinare del progetto, di fatto, richiede competenze diversificate dal campo della tecnologia alimentare, all’ingegneria alimentare, alle tecniche di conservazione innovative, alla chimica e tecnologia dei polimeri, alla nutrizione, salute ambientale e produzioni vegetali.

 

 

 

Institut National de Recherche et d'Analyse Physicochimique (INRAP), Tunisia (Coordinatore)

 

INRAN è un ente pubblico di ricerca la cui supervisione è affidata al Ministero dell'Istruzione Superiore e della Ricerca Scientifica. INRAP mette a disposizione dell’intero Paese le risorse umane e materiali necessarie per migliorare le competenze ed il know-how nel campo delle nuove tecnologie e sviluppa la cooperazione con altri paesi nel campo delle analisi fisico-chimiche dei polimeri naturali e dei nanomateriali. INRAP sviluppa anche attività di ricerca su temi di interesse per la Tunisia, per integrare il nuovo programma di ricerca nazionale ed internazionale e per contribuire in generale a migliorare la qualità del lavoro scientifico nei laboratori di università o di altre organizzazioni.

 

www.inrap.rnrt.tn

 

 

 

ProdAl Scarl, Italia

 

La competenza tecnica e scientifica qualificata dei suoi ricercatori copre una vasta gamma di settori (agricoltura, allevamento, ingegneria, tecnologia alimentare, la biologia, la chimica, l'economia, ecc.) e permette di affrontare i vari problemi legati alla caratterizzazione, trattamento e trasformazione delle diverse matrici vegetali e animali, per l'estrazione ed il recupero dei composti pregiati.

 

ProdAl ha una consolidata esperienza nel campo della ricerca applicata e realizza progetti di ricerca e trasferimento tecnologico in collaborazione con partner industriali e con altri istituti di ricerca nazionali ed internazionali.

 

www.prodalricerche.it

 

 

 

Università di Catania-Di3A, Italia

 

La missione dell’IPCB è sviluppare ricerche nel settore dei materiali polimerici, dei compositi e biomateriali al fine di rendere applicabili le innovazioni proposte e renderle industrializzabili per aziende e distretti. Le attività di ricerca confluiscono in tre grandi aree: materiali innovativi, salute e nanomedicina, sostenibilità. Le attività sono frutto del patrimonio di conoscenze dei ricercatori, maturate in quasi 50 anni di attività con collaborazioni nazionali ed internazionali, con finanziamenti industriali e con la partecipazione a progetti europei, molte volte con ruolo di coordinamento. Il gruppo di ricerca coinvolto nel progetto ha un'esperienza significativa nell'uso di additivi naturali per il controllo del deperimento dei cibi e per lo sviluppo di alimenti innovativi.

 

www.di3a.unict.it

 

 

 

Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) – Istituto di polimeri, compositi e biomateriali (IPCB), Italia

 

L’Istituto di polimeri, compositi e biomateriali del Consiglio Nazionale Italiano delle Ricerche (CNR), ha una lunga esperienza nel campo della chimica e della tecnologia dei polimeri; nello sviluppo di miscele di polimeri innovativi e sostenibili e compositi (compresi nano-compositi), sia sintetici che naturali; nello studio di materiali innovativi, attivi o passivi, ad uso alimentare. Il gruppo di ricerca coinvolto nel progetto ha un'esperienza significativa nell'uso di additivi naturali, nella produzione di film per imballaggio alimentare, nonché nello sviluppo di materiali, attivi o passivi, innovativi.

 

www.ipcb.cnr.it

 

 

 

Pharmacy Faculty of the University of Coimbra (UC), Portogallo

 

La Facoltà di Farmacia (FFUC) dell'Università di Coimbra sviluppa ricerca di alta qualità a livello internazionale. Il suo rapporto privilegiato con le associazioni coinvolte nella ricerca e sviluppo, che sostengono i progetti interdisciplinari con l'industria e le aziende, è promosso dal Center for Neuroscience and Cell Biology-CNC - CNC, come unità di ricerca del sistema nazionale scientifico e tecnologico.

 

www.uc.pt/en/ffuc

 

 

 

National Institute of Health Dr Ricardo Jorge, I.P. (INSA), Portogallo

 

La missione di INSA è focalizzata sulla ricerca e lo sviluppo tecnologico, sui servizi di ricerca epidemiologici e sanitari, sulla garanzia della qualità di laboratorio attraverso la valutazione esterna, sulla diffusione della cultura scientifica, favorendo le capacità, conoscenze e competenze attraverso programmi di formazione e fornendo servizi specializzati in diversi settori, tra cui la prevenzione delle malattie genetiche.

 

Di interesse primario per l’INSA sono l’epidemiologia, la salute ambientale, l’alimentazione e la nutrizione, la genetica e la proteomica, i servizi sanitari, le malattie infettive e quelle croniche, nonché la promozione della salute.

 

www.insa.pt

 

 

 

Pharmacy Faculty of the University of Santiago de Compostela (USC), Spagna

 

La Facoltà di Farmacia dell'Università di Santiago de Compostela dagli anni 90 lavora nel campo dei materiali a contatto con gli alimenti ed ha una grande esperienza nello sviluppo di metodi analitici per la determinazione dei contaminanti migrati negli alimenti; nei simulanti alimentari e nella determinazione delle sostanze residue nei materiali di confezionamento; nella realizzazione di prove specifiche di migrazione e di determinazione dei parametri chiave di diffusione (coefficienti di diffusione, coefficienti di ripartizione, ecc.).

 

www.usc.es/es/centros/farmacia

 

 

 

The Tunisian Interprofessional Organization for Vegetables (Groupement interprofessionnel de legumes, GIL), Tunisia

 

L’Organizzazione Interprofessionale dei Legumi è responsabile della progettazione strategica a medio termine per il settore vegetale in Tunisia e fornisce il supporto alle decisioni del Governo che interessano il settore primario. Il pomodoro è tra i prodotti più strategici per il GIL.

 

Le diverse attività del GIL includono il contributo alle organizzazione di professionisti; il coordinamento delle parti interessate e la facilitazione della mutua consultazione; la promozione della qualità delle verdure e della relativa produzione; l’attività di trasformazione e di esportazione; gli studi e le campagne di informazione; le attività di comunicazione, promozione e diffusione; il tutoraggio degli operatori privati nell’adozione di nuove tecnologie (specie, varietà, tecniche post-raccolta).

 

www.gil.com.tn/fr/

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy