Packaging attivo

 

Il packaging attivo è un materiale di confezionamento che interagisce con l’atmosfera presente all’interno di una confezione, variando la composizione quali - quantitativa dello spazio di testa (ossigeno, anidride carbonica, etilene), ovvero con il prodotto in essa contenuto mediante il rilascio di composti ad azione antimicrobica o antiossidante. I packaging attivi possono essere utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti alimentari, prevenendo fenomeni degradativi di origine microbiologica, enzimatica e chimico-fisica e preservando al meglio le caratteristiche sensoriali e nutrizionali dei prodotti destinati al consumo.

 

 

Ambito tecnologico

 

Produzione e realizzazione di nuove soluzioni di packaging per alimenti.

 

 

Principio di funzionamento

 

Il principio di funzionamento e di interazione «attiva» tra imballaggio e prodotto dipende dalla tipologia di materiale considerato e dalla funzionalità conferita al packaging. Si possono realizzare packaging in grado di assorbire ossigeno basati sull’utilizzo di metalli ferrosi o umidità grazie alla presenza di materiali argillosi, ovvero packaging in grado di regolare la composizione dello spazio di testa grazie a particolari proprietà barriera e/o permeabilità.

 

 

Technical sheet

 

Il know-how di ProdAl comprende:

  • la conoscenza teorica della morfologia dei polimeri per la formulazione di nuovi materiali e strutture idonee per la produzione di film attivi;
  • la conoscenza dei processi di trasformazione dei materiali e produzione di film polimerici attivi;
  • la disponibilità di studi pregressi su determinati materiali e prodotti alimentari e delle metodiche analitiche per la caratterizzazione di imballaggi.

Sono stati individuati prodotti vegetali ed animali per cui le soluzioni di packaging già realizzate possono essere ragionevolmente proposte.

  

 

Benchmark tecnologico vs stato dell’arte

 

Il packaging rappresenta un elemento di valorizzazione dei prodotti in grado di distinguerli per funzionalità, livello di servizio, comodità e destinazione d’uso. Dal punto di vista tecnologico è un elemento strategico, che influenza la conservabilità e le proprietà al consumo del prodotto. Le imprese richiedono soluzioni di packaging che rispondano a precisi standard qualitativi e siano conformi alle esigenze derivanti dalle innovazioni tecnologiche e dalle esigenze del mercato. La progettazione e realizzazione di packaging innovativi richiede competenze multidisciplinari e una conoscenza integrata e approfondita dei materiali, dei processi di trasformazione e della destinazione d’uso degli imballaggi. Nel settore degli imballaggi flessibili e semirigidi si tende a conferire alla confezione particolari proprietà (antimicrobiche, antiossidanti, etc.) tali da promuovere l’interazione fra imballaggio e prodotto (imballaggio attivo). Attualmente sono stati testati packaging attivi per il prolungamento della shelf life di prodotti carnei ed ortofrutticoli da utilizzare in combinazione e/o in alternativa al confezionamento MAP.

 

  

Punti di forza

  • Stabilità della composizione dello spazio di testa della confezione e prolungamento della shelf life dell’alimento.
  • Uso di materiali di riciclo per imballaggio.
  • Impiego di materiali riciclabili e biodegradabili.
  • Additivi e materiali di rinforzo eco-compatibili.
  • Assenza di metalli pesanti e solventi.

  

Punti di debolezza

  • Necessità di analizzare tutti gli aspetti legislativi legati alla sicurezza e all’idoneità alimentare
  • Limiti di utilizzo di determinati componenti per la realizzazione di materiali destinati al contatto con i prodotti alimentari.

  

Stadio di sviluppo

 

Sono disponibili prototipi di imballaggio da testare su prodotti alimentari.

ProdAl dispone di impianti su scala pilota (coestrusori a 5 strati, sistemi di confezionamento) e strumenti per le analisi chimiche e le caratterizzazioni fisico-meccaniche e morfologiche dei materiali da imballaggio.

È, quindi, in grado di offrire assistenza nella progettazione e realizzazione di nuove soluzioni di packaging, nella determinazione delle caratteristiche e della destinazione d’uso del nuovi imballaggi e nel testing del packaging in trattamenti convenzionali ed innovativi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Target

 

Aziende agroalimentari e  del  settore packaging

 

  

Forme di collaborazione

  • Accordi per la prototipizzazione e il lancio sul mercato di nuove soluzioni di packaging.
  • Consulenze per la valutazione della qualità e della shelf life di nuovi prodotti in funzione delle caratteristiche del packaging.
  • Consulenze sullo sfruttamento industriale della soluzione di packaging innovativa.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy